Super bonus 80% e altre agevolazioni fiscali nel settore del turismo

Il PNRR può rappresentare l’occasione giusta per risollevare il settore turistico dalla profonda crisi causata dalla diffusione del virus COVID-19. Tra le misure più rilevanti è opportuno evidenziare la probabile introduzione di un super bonus 80% previsto per tutti gli interventi finalizzati all’incremento dell’efficienza energetica di strutture ricettive quali alberghi, agriturismi, terme, stabilimenti balneari, fiere e congressi. Inoltre, è previsto un ulteriore contributo a fondo perduto, per un importo massimo fino ad Euro 40mila, le cui modalità operative sono ancora in fase di studio da parte del Governo.

Approvata la Legge Delega fiscale. Razionalizzazione del Sistema Tributario Italiano

Il 5 ottobre il CdM ha approvato la Legge Delega fiscale il cui testo definitivo, composto di dieci articoli, attribuisce 18 mesi di tempo al Governo per razionalizzare e semplificare il sistema tributario nonché ridurre l’evasione fiscale mediante l’adozione dei relativi decreti legislativi delegati.

Target dichiarati del Governo sono sicuramente i) la riforma dell’IRPEF, necessaria per ridurre il cuneo fiscale, ii) la revisione delle aliquote IVA, iii) la semplificazione dell’IRES e il graduale superamento dell’IRAP nonché iv) la riforma del Catasto

Arbitro Bancario e Finanziario – Reclamo – Perentorietà dei termini – Inammissibilità del ricorso.

Con decisione n. 15400 del 22 giugno del 2021, l’Arbitro Bancario Finanziario ha dichiarato l’inammissibilità del ricorso depositato prima che fosse scaduto il termine di sessanta giorni dalla presentazione del reclamo, entro cui l’intermediario deve trasmettere riscontro al cliente. Secondo il Collegio, l’abbreviazione o l’azzeramento del predetto termine vanificherebbe la ratio dell’istituto del reclamo, in quanto l’immediata pendenza del contenzioso comprometterebbe la possibilità di trovare una composizione della lite prima della fase litigiosa. Resta salva l’ipotesi di ricorso presentato prima della scadenza, ma comunque in data successiva alla replica dell’intermediario che abbia espresso la volontà di non accogliere il reclamo.

Gestione patrimoniale. Scostamento dal benchmark. Responsabilità del gestore e necessaria valutazione delle cause

Con sentenza n. 25343 del 20.09.2021, la Corte di Cassazione ha statuito che non è sufficiente il mero scostamento dal benchmark di riferimento per ritenere sussistente la responsabilità del gestore. La Corte ha evidenziato la necessità di valutare anche le ragioni di detto scostamento, al fine di individuare eventuali profili di negligenza e/o imprudenza del gestore. Nel caso de quo gli Ermellini hanno valorizzato la circostanza per cui l’investitore aveva rivestito un ruolo attivo nel corso del rapporto, impartendo alla società di gestione precise istruzioni in ordine agli investimenti da effettuare.

La Suprema Corte precisa le modalità di calcolo del danno differenziale in presenza di danno iatrogeno

Con la sentenza n. 26117 del 27 settembre 2021, la Corte di Cassazione ha chiarito quali siano i criteri da applicare per il calcolo del cd. danno differenziale – il credito risarcitorio residuo del danneggiato nei confronti del terzo responsabile detratto l’indennizzo INAIL – nell’ipotesi in cui il responsabile abbia soltanto aggravato postumi permanenti che la vittima avrebbe comunque subito per causa a lui non imputabile (cd. danno iatrogeno).
La corte, precisando che il danno iatrogeno va liquidato monetizzando il grado complessivo di invalidità permanente accertato in corpore e detraendo da questo l’importo dovuto per il grado verosimile di invalidità permanente che sarebbe comunque residuato all’infortunio, ha sottolineato che: ‹‹nel caso in cui la vittima di un danno iatrogeno abbia percepito un indennizzo dall’INAIL, il credito residuo della vittima nei confronti del responsabile va determinato sottraendo dal risarcimento dovuto per danno iatrogeno solo l’eventuale eccedenza dell’indennizzo INAIL rispetto al controvalore monetario del danno-base (cioè il danno che comunque si sarebbe verificato anche in assenza dell’illecito)››

La bozza di Circolare dell’Agenzia delle Entrate in tema di documentazione di Transfer Pricing in pubblica consultazione fino al 12 ottobre 2021

Il Masterfile diventa obbligatorio per tutte le realtà senza più distinzione alcuna fra holding, subholding e controllate.

La documentazione TP dovrà essere firmata elettronicamente dal legale rappresentante della società con marca temporale al fine di conferire data certa: la tardiva apposizione equivale ad assenza della stessa.

In caso di dichiarazione tardiva nei 90 giorni dalla scadenza (sia ex novo che correttiva di quella originaria nei termini) la comunicazione può essere effettuata con tale dichiarazione, con firma elettronica e marca temporale alla data di effettiva presentazione della dichiarazione tardiva.

E’ ammessa la comunicazione tardiva mediante remissione in bonis da rendersi con la prima dichiarazione dei redditi il cui termine di presentazione scade successivamente al termine previsto per effettuare la comunicazione. E richiederà, a quella data, la firma elettronica con marca temporale dei documenti di Transfer Pricing.

 

Ordine di esibizione degli estratti di conto corrente: la Corte di Cassazione pone un freno

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 24641/2021 del 13 settembre 2021, ha operato un cambio di indirizzo in ordine all’esibizione degli estratti conto da parte della Banca, richiesta in giudizio ai sensi dell’art. 210 c.p.c. Secondo la Suprema Corte, l’istanza di esibizione degli estratti di conto corrente può essere ammessa solo laddove il cliente abbia preventivamente avanzato specifica richiesta prima di far ricorso al giudice, siccome previsto dall’art. 119 c. 4 T.U.B. Quest’ultimo, dunque, non può indiscriminatamente chiedere l’intervento del giudice, a meno che la Banca non abbia omesso di ottemperare alla richiesta del correntista senza giustificazione.

Avvocato Junior sede di Milano

Per ampliare il nostro team, siamo alla ricerca di un giovane Avvocato, da inserire presso la sede di Milano dello Studio, con esperienza nella gestione di portafogli NPL o in attività giudiziali e stragiudiziali concernenti il recupero crediti di natura bancaria (procedure esecutive immobiliari / procedure concorsuali).

L’attività riguarderà la gestione ed esecuzione dell’intero processo di recupero crediti, in particolare:

 

  • Analisi e studio delle posizioni;
  • Valutazione migliori strategie di gestione sia stragiudiziale che giudiziale;
  • Gestione stragiudiziale delle pratiche (dal contatto con i debitori, ai rapporti con i legali esterni e gli organi delle procedure);
  • Gestione e monitoraggio della fase giudiziale, con coordinamento con i legali esterni;
  • Predisposizione di business plan periodici con indicazione delle previsioni di recupero e monitoraggio dei risultati raggiunti.

Completano il profilo: forte motivazione, buone doti relazioni, attitudine a lavorare in team.

Per l’invio di candidature (complete di CV e lettera di motivazione) si invita ad utilizzare il seguente indirizzo: segreteria.milano@lexacta.it

JUNIOR TAX

Dottore Commercialista con un’esperienza di 2/3 anni nell’attività di natura ordinaria (contabilità, bilanci e dichiarazioni fiscali).

Richiesta una buona conoscenza della lingua inglese.

Rappresentano requisiti preferenziali: la conoscenza del software TeamSystem, esperienza nel campo del contenzioso e della fiscalità internazionale.

Età max: 30/32 anni

Richiesta un’ottima educazione, aspetto curato e intraprendenza

Durata: full time

RAGIONIERE/A ESPERTO/A

con pluriennale e consolidata esperienza in contabilità e procedure amministrative presso studi commercialisti

Si richiedono:

  • nozioni contabili e fiscali per corrette scritture sino alla creazione del Bilancio di Esercizio delle società di capitali;
  • expertise nella Fatturazione Elettronica e nella compilazione ed invio: (i) delle deleghe F24, (ii) dei Modelli Intrastat, (iii) degli Esterometri, (iv) delle Liquidazioni Periodiche IVA e (v) degli altri dichiarativi richiesti dalla normativa IVA e fiscale in vigore;
  • buona conoscenza della lingua inglese, aspetto curato, autonomia e intraprendenza nelle relazioni con i clienti.

La conoscenza del programma di contabilità Teamsystem costituisce requisito preferenziale.

Iniziale inserimento con contratto di lavoro dipendente a tempo determinato e concreta prospettiva di trasformazione a tempo indeterminato.